LA REDAZIONE DEGLI ATTI AMMINISTRATIVI NELLA P.A.

CONTENUTI CORSO

CODICE MEPA (per i non abbonati a FLAT e SUPERFLAT): PA360.5

DOCENTE: dott. Ulderico Izzo, Dirigente Amministrativo S.S.N. - Revisore Legale negli enti locali e in società partecipate pubbliche - Collaboratore de Il Sole 24 Ore - Formatore PA360

DESTINATARI: Amministratori pubblici, Segretari Comunali, Dirigenti Amministrativi, Funzionari Responsabili dei Servizi, Revisori legali degli EE.LL., Amministratori società partecipate, Collegi Sindacali e Revisori di società a partecipazione pubblica.

OBIETTIVI: L’obiettivo del corso è quello di fornire ai partecipanti gli aspetti normativi e applicativi dell’ordinamento finanziario degli enti territoriali e dei principi contabili sottostanti al processo di armonizzazione dettato dal d.lgs. 118/2011 e s.m.i.

PROGRAMMA:

Atti e provvedimenti amministrativi:
Nozione, elementi essenziali ed elementi accidentali;
Atto perfetto e atto efficace;
Atto monocratico e deliberazione collegiale;
Atto complesso e atto composto;
Atti di indirizzo e atti di gestione;
Determinazioni, ordini di servizio, disposizioni, note, circolari interne all’ufficio, direttive, ecc.;
Proposta, concerto e intesa deliberazione conclusiva della conferenza di servizi decisoria e novità del D.Lgs. 127/2016.
Metodi di stesura dell’atto:
Intestazione, preambolo, motivazione, dispositivo, avvertenze in calce all’atto di integrazione dell’efficacia (comunicazioni, notificazioni, pubblicazioni, ecc.);
Gli autori dell’atto:
Organi e uffici principio di separazione tra attività di indirizzo e attività di gestione;
Organi politici e organi amministrativi;
Responsabile del procedimento e responsabile dell’unità organizzativa;
La sottoscrizione dell’atto delega di funzioni e delega di firma digitale.
L’attribuzione permanente del ruolo di responsabile del procedimento.
Principali richiami alle tecniche di redazione dei testi degli atti provvedimentali e normativi:
Espressioni linguistiche, riferimenti normativi, riferimenti a precedenti giurisprudenziali.
Tempi del procedimento amministrativo:
Obbligo di conclusione del procedimento;
Termine di conclusione del procedimento e funzione dei regolamenti interni;
Sospensione dei termini: condizioni e limiti;
Silenzio-inadempimento: indennizzo e risarcimento del danno;
Giudizio sul silenzio-inadempimento;
Denunzia automatica alla Corte dei conti per il ritardato o mancato adempimento.
Patologia del provvedimento amministrativo:
Nullità: mancanza di elementi essenziali, violazione ed elusione del giudicato, altre carenze essenziali;
Annullabilità: incompetenza, violazione di legge, eccesso di potere;
Irregolarità: vizi non invalidanti.
Conseguenze risarcitorie dirette e indirette dell’annullamento degli atti adottati o dei danni provocati a terzi.
Atti di autotutela:
Ratifica, sanatoria, convalida, conferma;
Autotutela demolitoria: revoca e recesso; modifiche introdotte con la L. n. 164/2014; limiti all’esercizio del potere di revoca;
Autotutela demolitoria: annullamento d’ufficio; nuova disciplina introdotta con la L. n. 124/2015; limiti all’esercizio del potere di annullamento successivamente alla stipulazione dei contratti.
Il procedimento di formazione dell’atto:
Fasi del procedimento: iniziativa, istruttoria (e le modifiche del D.L. 70/2011 e della L. 183/2011), decisoria, integrativa dell’efficacia;
Efficacia ed esecutività del provvedimento: le innovazioni introdotte con la L. 124 del 2015 esecutorietà: autotutela possessoria.
La partecipazione al procedimento:
Comunicazione di avvio;
Destinatari, oggetto ed eccezioni;
Preavviso di rigetto;
Conseguenze della violazione degli obblighi partecipativi.
La motivazione dell’atto:
Contenuto della motivazione;
Motivazione negli atti vincolati e discrezionali;
Partecipazione del privato e motivazione dell’atto;
Motivazione dell’atto in contrasto con risultanze dell’istruttoria;
Motivazione per relationem
Problema della motivazione postuma

DOMANDE FREQUENTI
  1. Qual è la differenza tra atto e provvedimento amministrativo ?
  2. Chi può essere responsabile di procedimento ?
  3. Tutti gli atti debbono essere motivati ?
  4. Cosa è un accordo tra PP.AA. ?
  5. I privati possono accordarsi con la P.A. ?
  6. Quando è nullo un atto ?
  7. Quale è la differenza tra merito e legittimità ?
  8. Cosa sono i pareri ?
  9. Differenza tra delega di funzioni e delega di firma ?
  10. Si può essere responsabili per ritardata adozione di un provvedimento ?
SUPPORTO SPECIALISTICO

Supporto agli uffici per la redazione dei provvedimenti amministrativi.
Supporto alla redazione dei principali regolamenti.
Supporto al contenzioso amministrativo.


PA360 srl
Viale della Libertà 197/A - 73100 Lecce
C.F. e P.I. 05034240753
  • 0832.409463
  • 0832.1836950
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abilita il javascript per inviare questo modulo